Le biblioteche di Bollate tra le prime (e le poche) ad aprire nel territorio milanese

380

Lunedì 18 maggio le saracinesche di quasi tutte le attività si sono rialzate. Un momento tanto atteso quanto delicato e complesso, perché, lo sappiamo, l’attenzione di tutti per evitare la ripresa della diffusione dei contagi deve essere ancora alta e le misure da adottare da parte di esercizi commerciali e istituzioni pubbliche devono rispettare disposizioni di legge e protocolli di sicurezza in base ai quali va ripensata la gestione dei servizi, degli spazi e degli utenti. E tra le attività che hanno ripreso il via ci sono anche le nostre biblioteche di Bollate e Cassina Nuova che, puntuali e senza farsi cogliere impreparate, hanno riaperto al pubblico già lunedì mattina.

“Siamo contenti di avere riaperto le nostre biblioteche al pubblico, in sicurezza e con le dovute limitazioni. – dice l’Assessore alla Cultura Lucia Albrizio – Non è stato semplice adattare gli spazi e le attività alle disposizioni normative, ma i bibliotecari non hanno perso tempo e si sono fatti trovare pronti per riaprire il primo giorno utile, lunedì 18 maggio, per tornare ad offrire ai cittadini un servizio sempre molto gradito. Poche biblioteche sono riuscite a farlo, solo una manciata in tutta l’area della Città Metropolitana, e le nostre sono fra queste. Ringrazio tutto il personale del Servizio Cultura e Biblioteche e ricordo però che, necessariamente, non tutti i servizi sono disponibili “in presenza” e che per questo continuano ancora le attività on line, preziosissime e innovative risorse”.

Tra queste, ad esempio, la biblioteca digitale MLOL- Media Library On Line “che è – conclude l’Assessore – un serbatoio ricchissimo da cui attingere libri, film e musica a volontà.”

E siamo solo all’inizio! Per le modalità di accesso ai servizi, gli orari e tutte le informazioni, leggi anche QUI