Spazi esterni di bar, ristoranti e negozi. Il Comune proroga le procedure semplificate

487

La Giunta Comunale con delibera n. 5 del 18 gennaio 2022 ha prorogato fino al 31 marzo 2022 le procedure semplificate per l’utilizzo degli spazi esterni da parte dei negozi, bar e ristoranti.

“Tenuto conto delle norme in tema di distanziamento per la prevenzione del Coronavirus- ha evidenziato l’Assessore al Commercio Giuseppe de Ruvo – l’Amministrazione Comunale ha voluto continuare ad agevolare le attività che, come bar, ristoranti e negozi, hanno la possibilità di utilizzare spazi esterni per la loro clientela. A questo scopo abbiamo semplificato le regole, a partire dalle richieste di autorizzazione, in modo da agevolare le nostre attività, anche sui tempi di attivazione”. Ma vediamo nel dettaglio:

ESERCIZI DI SOMMINISTRAZIONE (BAR E RISTORANTI)
I titolari, subito dopo aver presentato domanda al SUAP, possono posizionare i tavolini in corrispondenza della propria attività in modo da consentire alla propria clientela il necessario distanziamento, lasciando liberi gli spazi necessari per il passaggio pedonale.
Per la richiesta basta inviare una mail a: occupazionesuolo2020@comune.bollate.mi.it allegando planimetria/fotografia che rappresenti lo spazio da occupare.

Per i casi in cui manca lo spazio di fronte al negozio, è possibile utilizzare anche spazi pedonali, parcheggi o spazi attigui ad altri negozi non interessati al loro utilizzo, sempre garantendo lo spazio per il passaggio pedonale.

La superficie massima occupata non dovrà essere superiore a mq. 50 e l’estensione per chi già possiede le autorizzazioni è possibile fino ad un limite massimo di 50 mq. Vista l’emergenza è possibile installare, solo per quest’anno, qualsiasi tipo di arredo.

L’utilizzo delle occupazioni deve cessare al seguente orario:
• dal lunedì al giovedì alle ore 23.00
• venerdì alle ore 23.30
• sabato alle ore 24.00
• domenica alle ore 23.00.

Sono sempre fatti salvi provvedimenti più restrittivi emanati da Autorità regionali o nazionali in tema di limitazioni di orario e delle modalità di svolgimento delle attività. Nello specifico le regole stabilite per le attività artigianali e i negozi sono le seguenti:

ATTIVITÀ ARTIGIANALI ALIMENTARI (PASTICCERIE, GELATERIE, PIZZERIE D’ASPORTO, GASTRONOMIE E ALTRE SIMILARI)
Anche per queste attività valgono le stesse condizioni di bar e ristoranti con, in più, il divieto di effettuare “servizio al tavolo”.
La superficie massima occupata non dovrà essere superiore a mq. 30 e l’estensione per chi già possiede le autorizzazioni è possibile per un massimo del 50% sempre fino a un massimo di 30 mq.

ATTIVITÀ ARTIGIANALI NON ALIMENTARI (SARTORIE, CALZOLAI, ATTIVITÀ DI RIPARAZIONE ECC.) E ATTIVITÀ DI SERVIZI ALLA PERSONA (ACCONCIATORI, ESTETISTI, ECC.)
I titolari possono usare gli spazi esterni per espositori merci, bacheche, sedute, etc., in corrispondenza della propria attività, sempre garantendo il passaggio pedonale come per tutte le attività. Alla chiusura tutto deve essere rimosso.
La superficie massima occupata non dovrà essere superiore a mq. 30 e l’estensione per chi già possiede le autorizzazioni e possibile per un massimo del 50% sempre fino a un massimo di 30 mq.

NEGOZI (ESERCIZI DI VICINATO)
I titolari possono usare gli spazi esterni per espositori merci, bacheche, sedute, etc., in corrispondenza della propria attività e sempre garantendo il passaggio pedonale come per tutte le attività. Alla chiusura tutto deve essere rimosso.
La superficie massima occupata non dovrà essere superiore a mq. 15 e l’estensione per chi già possiede le autorizzazioni è possibile per un massimo del 50% sempre fino a un massimo di 15 mq.

ATTENZIONE – In tutti i casi non potrà essere effettuata manomissione del suolo pubblico.
Per informazioni scrivere a occupazionesuolo2020@comune.bollate.mi.it o contattare il n. 02 35005.490.