SOLD OUT per le visite al seno gratuite. Un vero successo il progetto pilota di prevenzione 

148

Dopo sole 24 ore dall’apertura dell’agenda appuntamenti, è stato SOLD OUT per le visite al seno che, nel mese della prevenzione, l’Associazione C.A.O.S. Odv in collaborazione con il Comune di Bollate hanno messo a disposizione gratuitamente a circa 200 donne bollatesi attraverso un progetto pilota che per la prima volta vede in rete l’Amministrazione comunale, il mondo dell’associazionismo e ben tre Aziende Socio Sanitarie: l’ASST Rhodense, l’ASST Grande Ospedale Metropolitano Niguarda, l’ASST Fatebenefratelli Sacco che, con Europa Donna Italia, hanno dato il patrocinio e la disponibilità degli ambulatori e dei medici.

In attesa delle visite che si terranno il 7 e il 21 ottobre dalle ore 9 alle 13 nella Casa di Comunità di Bollate, un grosso ringraziamento va ai medici in prima linea che hanno messo volontariamente a disposizione il loro tempo e la loro grande competenza: Franca Di Nuovo, Direttore del Dipartimento di Prevenzione ASST Rhodense, Paolo Chiapponi, Direttore Distretto Garbagnatese ASST Rhodense, Giovanni Faini, Direttore U.O. Semplice Dipartimentale Chirurgia Senologica ASST Rhodense, Gabriella Farina, Direttore Dipartimento Area Oncologica e Responsabile Breast Unit della ASST Fatebenefratelli Sacco, Antonio De Luca, Responsabile Breast Unit ASST Grande Ospedale Metropolitano Niguarda. Il grosso ringraziamento va esteso anche alle volontarie dell’Associazione Caos, punti di forza di questo progetto.

Ricordiamo alle donne che sono riuscite a prenotarsi che le visite sono gratuite. Consigliamo a tutte di portare con sé eventuali esami precedenti (ecografie, mammografie etc) mentre non serve l’impegnativa del medico.

Per le donne in lista di attesa L’Associazione Caos e il Comune di Bollate, con gli enti coinvolti, stanno valutando la possibilità di replicare il progetto nei prossimi mesi.

“Una grande soddisfazione aver visto un’adesione così rapida e importante in termini numerici – dicono Francesco Vassallo Sindaco di Bollate e l’Assessore allo Sport Ida De Flaviis. È la prova del bisogno di prevenzione delle nostre cittadine cui l’Amministrazione, da sempre sensibile al tema, ha voluto dare una risposta concreta cogliendo l’opportunità offerta dall’Associazione Caos e dalla sua presidente Adele Patrini. Associazione che ha fatto un egregio lavoro di rete tra le istituzioni coinvolte nel progetto. Sarà nostra cura tenere anche in futuro le antenne alzate su tutte le opportunità che riguardano la salute e la sensibilizzazione alla prevenzione”.

“L’iniziativa rappresenta l’anello di congiunzione tra il polo ospedaliero e il polo territoriale ed utilizza come strumenti operativi sia il Dipartimento di prevenzione sia le Case di Comunità – ha detto il Direttore Generale dell’ASST Rhodense, Germano Maria Uberto Pellegata. Con questa attività vogliamo mettere l’accento sulla Casa di Comunità della nostra ASST, esaltandone il ruolo: in questa occasione, infatti, con i propri ambulatori diventa luogo di prevenzione, offrendo l’opportunità alle cittadine di Bollate di effettuare visite senologiche finalizzate a tutelare la loro salute. Vogliamo inoltre dare rilevanza alle Associazioni di Volontariato, valorizzandone il ruolo di co-progettazione e di presenza attiva all’interno dell’ASST. La nostra Azienda si rende disponibile ad offrire collaborazione per nuove iniziative future, al fine di garantire la prevenzione su tutti gli ambiti sanitari per tutta la cittadinanza che afferisce al nostro territorio”.