Sabato del Libraggio, prossimo appuntamento il 18 novembre

103

Nel segno del romanzo giallo, prosegue la rassegna “Il sabato del LIBRaggio”. Due nuove date con le presentazioni letterarie in biblioteca di autori che raccontano le loro ultime opere. Alla fine di ogni incontro sarà possibile acquistare copie autografate dei libri.

Ecco il programma

Sabato 18 novembre alle ore 16
Roberto Palmieri presenta il suo ultimo romanzo Silenzio – Bookabook Edizioni

Il libro: Il piccolo Tommaso Panieri, per tutti Tommy, è innamorato della compagna di scuola Debora, che come lui vive nel quartiere Casoretto a Milano. Insieme partecipano ai funerali di Fausto e Iaio, vittime di uno degli omicidi che insanguinano la città alla fine degli anni Settanta, sullo sfondo dell’avvento delle nuove droghe e delle prime morti per l’eroina.
L’impressione per la morte assurda dei due ragazzi e il peso di un’azione terribile commessa adombrano la vita del protagonista, che anni dopo, ormai solo, si ritrova a fare i conti con le proprie colpe e con le svolte dell’esistenza che lo hanno privato della figura di riferimento del padre. Insieme ad altri compagni di strada disillusi come lui dalla Storia (le stragi senza colpevoli; il tradimento della politica e l’edonismo degli anni Ottanta; la scomparsa dell’etica del lavoro) e segnati dalle vicende personali, Tommaso troverà finalmente il coraggio di compiere delle scelte.

L’autore: Raffaele Palmieri ha pubblicato racconti su varie riviste di narrativa, tra le quali, in particolare, la Writers Magazine Italia; racconti sono apparsi nelle antologie “Il Corto letterario”, edizioni “Il Cavedio” (Varese 2007) e “Incipit-I sette peccati capitali” edita dalla Biblioteca Laudense (Lodi, 2008); nel 2010 sono stato finalista nella VI edizione del Premio letterario ‘IOScrivo’ – Giulio Perrone editore (Roma), con un racconto inserito nell’antologia del premio. Nel 2009 ha pubblicato “Terzo tempo”, il mio primo romanzo (Arduino Sacco Editore, Roma), mentre nel 2016 “La stanza di Hopper” per Caosfera Edizioni. “Silenzio” (ed. BookaBook, Milano 2019) è il suo ultimo romanzo.

Sabato 25 novembre alle ore 18.00
Roberta Schira presenta I fiori hanno sempre ragione – Garzanti

Il libro: Eleonora stringe tra le mani un bauletto che custodisce ricette con ingredienti speciali: il Coraggio, la comprensione, la Fiducia in sé stessi, la Gentilezza… Basta usarne solo un pizzico per creare l’Amore, la Speranza, il Perdono. Ma dove trovarli? Eleonora non lo sa, eppure inizia a cercarli, perché quelle ricette sono l’ultimo ricordo della nonna Ernesta. È stata lei a insegnarle che cucinare è molto più che “far da mangiare”: è anche un atto di guarigione, per gli altri e per sé stessi. Proprio di questo Eleonora ha bisogno ora che ha perso il dono di interpretare il mondo attraverso gli odori e i sapori. Un dono che le ha permesso di diventare una famosa chef. Le ricette della nonna le hanno dato nuova speranza, giorno dopo giorno: un tocco di Coraggio oggi, una goccia di Allegria domani le fanno capire il valore dell’attesa e della rinascita, ma anche i risvolti positivi della solitudine e della vecchiaia, del combattere per veder soddisfatti i propri desideri. Sono parole da far sobbollire nel cuore al fuoco lento della tenacia. Perché a volte il mondo intorno crolla e non ci si sente pronti ad affrontarlo. Ma dentro ognuno di noi c’è la forza per ricominciare. Ognuno ha la propria ricetta speciale. Eleonora deve trovare i suoi ingredienti unici per tornare in cucina: era il suo porto sicuro, ora le fa paura. Soprattutto deve imparare che gli obiettivi possono essere raggiunti anche da soli, ma che la vita ha il giusto sapore solo insieme alle persone che amiamo.

L’autrice: Roberta Schira è laureata in lettere, con indirizzo psicologico. È scrittrice e giornalista. L’incontro con Claudio Sadler le ha insegnato a cucinare e ha condotto all’uscita di “Menu per quattro stagioni” che ha dato origine alla collana Giunti dedicata all’alta cucina. Undici i titoli dei suoi libri, tra cui “Il nuovo Bon Ton a tavola”, “Il libro delle frattaglie” e “Mangiato bene? Le sette regole per riconoscere la buona cucina” (Salani), un libro sulla teoria della critica gastronomica, noto come “canone Schira”. Nel 2016 pubblica il libro “La gioia del riordino in cucina” (Vallardi editore), che viene tradotto in cinque lingue: olandese, portoghese, spagnolo, francese e tedesco. Sul “Corriere della Sera”, Roberta Schira tiene una rubrica di critica gastronomica e segue con interviste e servizi le novità della scena gastronomica. E’ docente all’Italian Food Academy per il master in critica gastronomica. Nel 2023 pubblica il suo primo romanzo “I fiori hanno sempre ragione” (Editore Garzanti), una storia che parla di rinascita e che riconsegna la voglia di vivere e sorridere, nonostante tutto e tutti.

Le iniziative sono a ingresso libero.

Per informazioni
0235005508 | biblioteca.bollate@csbno.net | https://webopac.csbno.net
Fb Biblioteca Bollate
IG biblioteca_bollate