Rifiuti abusivi nei parchi. Arrivano le multe per la stretta voluta dall’Amministrazione

132

È degli ultimi giorni dell’anno scorso la notizia, apparsa anche sui giornali, di un intervento della nostra Polizia ecologica per l’ennesimo increscioso caso di abbandono di rifiuti nei parchi cittadini. In questo caso si è trattato del Parco Expo, dove alcuni cittadini hanno segnalato al Comando di Polizia locale la presenza di rifiuti abbandonati.

Immediato l’intervento degli operatori di Gaia Servizi accompagnati dagli agenti che fanno parte della pattuglia ecologica e grazie ai quali è stato possibile procedere all’apertura del sacco abbandonato alla ricerca del responsabile.

Grazie a uno scontrino rinvenuto dentro il sacco, gli agenti sono riusciti a risalire all’autore dell’abbandono e a rintracciarlo (non si tratta di un cittadino di Bollate ma di un esterno) per comunicargli la multa corrispondente a 2500 euro, così come prevede la normativa vigente.

Un caso finito bene, visto che è stato possibile punire l’autore dell’abbandono di questo sacchetto di rifiuti domestici personali in un parco pubblico e che conferma la bontà della scelta dell’Amministrazione comunale, e in particolare degli Assessori alla Sicurezza Giuseppe de Ruvo e all’Ambiente Emilia Pistone, di lavorare in modo serrato per garantire il rispetto delle regole, nello specifico il rispetto delle regole in materia di rifiuti.

“L’operazione degli agenti della pattuglia ambientale – ha detto l’Assessore Pistone che da mesi lavorano con determinazione al tema degli abbandoni e del rispetto delle regole in materia di rifiuti è il risultato di un indirizzo preciso su cui abbiamo deciso di lavorare con determinazione. Il settore Ambiente del Comune è molto impegnato su questo fronte e questo risultato non fa che confermare la bontà della scelta intrapresa”.