Raccolta firme per il Referendum “Chi sbaglia paga…e ci metto la firma”. C’è tempo fino al 30 settembre

1334

C’è tempo fino al 30 settembre per la raccolta firme a sostegno dei sei referendum sulla riforma della Giustizia.

I punti principali sono:

  • Riforma del CSM : chiunque si potrà candidare, senza necessità di raccogliere firme per farlo. Viene così abolita di fatto la correlazione tra politica e giustizia.
  • Responsabilità diretta dei magistrati: si introduce la possibilità di chiamare in causa i magistrati, sopprimendo di fatto gli abusi, le azioni dolose e le gravi negligenze.
  • Equa valutazione dei magistrati: estensione della valutazione ai rappresentanti di Università e dell’Avvocatura che avrebbero un ruolo fondamentale nel giudizio dei Magistrati che ad oggi viene espresso soltanto dagli stessi.
  • Separazione delle carriere in magistratura: serve a garantire la trasparenza e l’imparzialità del ruolo, stop a PM che diventano giudici.
  • Limiti agli abusi della custodia cautelare: limita l’utilizzo della custodia cautelare quando il reato è reiterato, con l’ingresso in carcere prima della condanna solo per i reati gravi.
  • Abolizione del decreto Severino: restituisce ai giudici la facoltà di decidere se applicare o meno l’interdizione dai pubblici uffici.

Ogni cittadino maggiorenne, iscritto nelle liste elettorali del Comune, potrà firmare, dietro presentazione di un documento di riconoscimento in corso di validità e previo appuntamento, presso lo Sportello polifunzionale sito in Piazza Aldo Moro 1 piano terra. Sarà anche possibile firmare ai gazebo presenti nelle piazze del territorio.

Si invita a contattare i numeri. 02.350005546/541 dal lunedì ’ al venerdì ’ dalle 8,30-12,30.

La raccolta firme terminerà giovedì 30 settembre 2021.

Per maggiori informazioni e conoscere il testo dei singoli quesiti è possibile consultare il sito del Comitato promotore www.comitatogiustiziagiusta.it.