Raccolta differenziata, arrivano regole più severe e più controlli con l’Ecovigile

1227

“Siamo partiti da un ripasso generale delle regole, poi siamo andati sul campo a vedere gli errori, ora non ci sono più scuse e le regole devono essere rispettate”. Esordiscono così gli Assessori all’Ambiente Ida deFlaviis e alla Polizia locale Alberto Grassi in apertura della conferenza stampa che si è svolta ieri, lunedì 8 febbraio, in modalità online, per presentare il nuovo servizio dell’Ecovigile.

Un servizio partito già da gennaio all’interno del corpo della Polizia locale e che, in circa 20 giorni lavorativi ha portato alla stesura di 15 verbali per scorretta raccolta dei rifiuti. E l’attività proseguirà anche in futuro visto che la PL di Bollate ha incaricato un agente ad hoc che si dedicherà ai controlli in materia di rifiuti.

Tre gli ambiti assegnati alla nostra Ecovigile:
1. controllo dei condomini e delle case. Qui l’attività si svilupperà sia come controllo del contenuto dei sacchi sia come orari di esposizione dei rifiuti. “Si tratta di orari che spesso non vengono rispettati e che possono provocare problemi di igiene soprattutto con l’arrivo dell’estate – spiega Grassi”.
2. controllo del territorio con un occhio agli abbandoni e alle discariche a cielo aperto, con l’obiettivo di rintracciare i responsabili anche avvalendosi delle telecamere di videosorveglianza con lettura delle targhe installate a Bollate.
3. controlli nelle aree del mercato per verificare la corretta divisione dei rifiuti da parte degli ambulanti.

“Si tratta di una necessità dovuta al poco rispetto delle regole – spiega Alberto Grassi – ma che vuole essere educativa e non punitiva. Per questo partiremo per gradi cominciando da sanzioni cumulative per andare poi, in una seconda fase, su contravvenzioni relative alle specifiche frazioni della raccolta”.

“Intanto – prosegue Ida deFlaviis – proseguiranno anche le nostre attività di comunicazione e sensibilizzazione per far diventare consuete le regole della raccolta. Particolare attenzione la dedicheremo anche alle scuole, sia sulla raccolta che sulle regole di esposizione dei rifiuti”.

A conclusione di conferenza gli Assessori hanno anche ricordato che i cittadini possono dare una mano facendo segnalazioni attraverso i canali ufficiali del Comune:

Per il Settore Ambiente: email ambiente@comune.bollate.mi.it;
Per la Polizia locale: numero centrale operativa 02 35005500; WhatsApp 334.1047762; email segnalazioni.pl@comune.bollate.mi.it.

Le sanzioni potranno variare da 100 a 150 euro in base alla gravità del reato contro le norme di igiene urbana.