Promosso l’Alzheimer Cafè online. Lo dicono i partecipanti 

218

Promosso dai partecipanti l’Alzheimer Cafè attivato per la prima volta, in modalità online, per far fronte alla pandemia in corso. Il progetto, articolato in 4 incontri su piattaforma zoom, è stato attivato dal Comune nel mese di novembre/dicembre 2021 ed è piaciuto ai cittadini che hanno partecipato.

Lo dicono le risposte del  questionario di gradimento inviato subito dopo l’ultimo incontro e restituite al Comune nei giorni scorsi.

Ecco i principali dati emersi. Tutti i partecipanti al questionario (14 su 56 iscritti) si sono detti estremamente soddisfatti o molto soddisfatti del progetto. In merito all’utilità. 7 su 14 hanno definito estremamente utile il progetto e 6 molto utile. Solo per un utente la risposta è stata: abbastanza utile. Sui miglioramenti proposti dagli utenti, la richiesta di un numero maggiore di incontri, anche online, e più esempi pratici. Il 100% ha apprezzato i professionisti che hanno tenuto gli interventi, e le aspettative sono state ampiamente attese dalla maggior parte, con solo un 7,1% che dice parzialmente attese. Tutti comunque parteciperebbero e una nuova edizione, anche in versione online.

“I feedback ricevuti dagli utenti – spiega Lucia Albrizio, Assessore alla Politiche sociali – hanno dimostrato che la qualità del progetto si è rivelata molto apprezzata. Anche la modalità on line, che per noi era una sperimentazione, ha ottenuto un riscontro più che positivo. Il risultato generale è stato sicuramente molto soddisfacente, sia per il generale gradimento sia per l’utilità del percorso. Forti anche di questi riscontri, la nostra idea è di proseguire sulla strada avviata, anche con la modalità online che tutela tutti in un periodo così complicato come quello dalla pandemia in corso. Il nostro obiettivo resta sempre appoggiare e tutelare i soggetti fragili che hanno bisogno di assistenza, ma nella massima sicurezza”.

I NUMERI
L’Alzheimer Cafè online di Bollate è stato un progetto realizzato dal Comune di Bollate in collaborazione con Auser Regionale Lombardia – APS e si è sviluppato in 4 incontri su tematiche diverse, gestiti da professionisti preparati sulla tematica. Il progetto ha avuto, in totale, 56 iscritti e una partecipazione media a incontro di circa 25 persone. Sono state 14 le persone che hanno partecipato al questionario di gradimento inviato dal Comune.