Piano opere pubbliche: in arrivo progetti per 10 milioni di euro

959

Approvato lo scorso martedì 28 febbraio in Consiglio comunale il Piano opere pubbliche del Comune di Bollate. “Un Piano senza precedenti – ha commentato il vicesindaco Alberto Grassi con delega ai Lavori pubblici – sia per numero di interventi che per importo dei lavori. Un programma cosi ambizioso non si vedeva da decenni a Bollate”.

Si tratta di opere per un importo che sfiora i 10 milioni di euro, dei quali 6,7 milioni arriveranno grazie al PNRR, ossia fondi stanziatidall’Europa. I cantieri saranno avviati entro l’anno conl’obiettivo di rispettare le tempistiche chieste dall’Europa.

Ecco le opere previste:
Piste ciclabili: lungo via Vittorio Veneto, da via Verdi fino a Piazza San Francesco. Lungo la via Magenta (che tornerà a senso unico con senso di marcia direzione Ospiate), con riqualificazione complessiva della via prevedendo l’allargamento dei marciapiedi e l’installazione di arredo urbano con piante verdi. Lungo la via Dante per collegare la ciclabile di via Verdi con quella di via Repubblica. Saranno tutte realizzate con cordoli di protezione e connettendo le ciclabili esistenti.

Piazza San Francesco: realizzazione di una piazza vera e propria con il restringimento della carreggiata. Installazione di arredi, piante e, per i negozi, possibilità di dehors e tavolini. Proseguimento della ciclabile e ampliamento degli spazi destinati ai pedoni.

Piazza Martiri della libertà: riqualificazione della piazza con il posizionamento della storica fontanella verde, simbolo e memoria della Bollate storica.

Rotonda via Repubblica intersezione Varesina: riqualificazione del tratto della varesina con prevedendo l’allargamento dei marciapiedi, il restringimento della carreggiata e la chiusura del sottopassaggio pedonale. Con il traffico pesante e di attraversamento spostato sulla variante Varesina di recente realizzazione, la Varesina diventerà una strada urbana che servirà a ricollegare la frazione di Ospiate con via Repubblica.

Centro sportivo di via Verdi: sostituzione delle centrali termiche e delle 3 coperture dei campi da tennis; realizzazione di 3 nuovi campi da padel. Verranno demoliti e ricostruiti gli spogliatoi del Baseball e sarà effettuato il relamping delle torri faro. Verrà realizzata un’ampia area verde, come parco urbano, accessibile dall’esterno. Investiti 2,6 milioni di euro.

Spazi per le Associazioni: il seminterrato della scuola di via Diaz, oggi 400mq in disuso, verrà riqualificato completamente; nell’edificio polifunzionale di via Ospitaletto verranno rifatti l’isolamento termico e i serramenti; il sottotetto della bocciofila di via Ospitaletto sarà riqualificato e reso indipendente dal resto della struttura. Investiti 800mila euro

Efficientamento energetico: interventi di manutenzione per migliorare la classe energetica degli immobili comunali e risparmiare sulle bollette. Dopo la recente sostituzione dei fari dei centri sportivi di via Oglio e Galimberti, è previsto il relamping di un altro centro sportivo da stabilire. Adeguamento anche del sistema di riscaldamento del teatro La Bolla. Investimento 250mila euro

Parchi:sostituzione di giochi e arredi urbani in vari parchi; manutenzione dell’anfiteatro del Parco centrale; sostituzione di alcuni alberi ammalati e tagliati per la messa in sicurezza. Investiti 300mila euro.

Asfalti: asfaltature stradali e manutenzioni delle pavimentazioni dei parchi. Investiti 500mila euro.

Casa di riposo comunale: 200mila euro per manutenzioni.

Torrenti: manutenzione straordinaria delle sponde del Nirone e delle tombinature dei torrenti Nirone, Garbogera e Pudiga. Investimento di 1 milione di euro.

Inoltre: recupero dell’immobile di via Po 36 confiscato alla mafia; ampliamento degli spazi destinati alla Velostazione nella stazione di Bollate centro; riconversione del campo da bocce del parco di via Sanzio con la creazione di uno spazio chiuso da assegnare a un’associazione sportiva del territorio; ampliamento della farmacia comunale di via Leonardo da Vinci per ospitare un poliambulatorio; implementazione del sistema di videosorveglianza nelle aree delle due stazioni ferroviarie; realizzazione di nuovi orti, poi assegnati con bando ad hoc, in via Nenni.