Operazione del Comune e delle Forze dell’ordine nel mercato abusivo di Bollate

192

“Fa più rumore un albero che cade di una foresta che cresce. Con questo proverbio cinese rispondo a chi, in queste settimane, non ha perso un momento per criticare l’inoperatività dell’Amministrazione comunale e delle Forze dell’ordine che, secondo la loro opinione, tolleravano il mercato abusivo di merce contraffatta della domenica mattina.

Senza fare annunci roboanti o polemiche inutili, nelle settimane precedenti le festività natalizie il sottoscritto Sindaco, l’Assessore alla Sicurezza Giuseppe De Ruvo e il Vicesindaco Alberto Grassi, hanno lavorato nel più assoluto riserbo e silenzio, per preparare al meglio l’intervento che domenica mattina ha visto schierate le forze messe a disposizione dalla Guardia di Finanza, dai Carabinieri e dalla Polizia Locale. Un intervento preparato da tempo, coordinato e che non si è limitato solo a una semplice presenza sull’area ma anche al fermo dei venditori, alle sanzioni nei confronti degli acquirenti e al sequestro della merce contraffatta.

Nei prossimi giorni le forze di polizia intervenute comunicheranno gli esiti puntuali di quanto sequestrato e i numeri delle persone fermate e sanzionate. Ma fin d’ora voglio ringraziare di cuore il Generale Francesco Mazzotta, Comandante Provinciale della Guardia di Finanza, il Capitano Andrea Feliziani, Comandante della Compagnia della Guardia di Finanza di Paderno Dugnano, il Maggiore Daniela Nuzzo, Comandante della Compagnia Carabinieri di Rho, il Tenente Salvatore Liccardo, Comandante della Tenenza dei Carabinieri di Bollate, il Comandante della Polizia Locale di Bollate Antonello Martelengo e tutti gli uomini e le donne, militari e non, che sono intervenuti nell’operazione. A loro rivolgo, a nome della Città di Bollate, un sentimento di gratitudine per l’azione svolta.

Un ringraziamento anche a Gaia Servizi che ha coadiuvato le attività con la messa a disposizione di un veicolo per il trasporto della merce sequestrata e a Valerio Pandolfo, dipendente comunale, che ha rinunciato alla sua giornata di riposo domenicale per accogliere, in un sito dedicato, il materiale sotto sequestro.

Manterremo alta l’attenzione anche nelle prossime settimane affinché questo fenomeno abusivo sia eradicato definitivamente”.

Francesco Vassallo, Sindaco di Bollate