La Scuola Montale adotta lo stile High School americano

42

La richiesta è nata dai ragazzi che, nel corso delle visite nelle scuole fatte dall’Assessore alle Politiche educative Ida DeFlaviis dopo il Covid, hanno chiesto esplicitamente di avere armadietti per lasciare parte dei loro materiali didattici, quelli che non serve portare avanti e indietro. Da lì si è accesa la lampadina all’Assessore che, americana di origine, ha presto fatto il collegamento con quanto succedeva nelle scuole che ha frequentato. “Gli armadietti fuori dalle classi erano e sono la regola nelle High School americane e l’esigenza espressa dai nostri studenti mi ha fatto subito pensare all’utilità di avere il proprio spazio a scuola”,

Detto fatto, sono partite e richieste e ieri, lunedì 11 marzo la scuola Montale di Bollate si è vista sistemare ben 395 armadietti a disposizione dei suoi studenti. “Non solo un minor carico di materiali, che comunque non è irrilevante – spiega l’Assessore – ma anche e soprattutto una maggior responsabilizzazione dei giovani a gestire in modo consapevole uno spazio proprio e la propria organizzazione scolastica. In altre parole, un piccolo ma utile passo avanti nella lunga strada dell’autonomia individuale di ognuno di loro. Un ringraziamento sentito alla dirigente Anna Origgi che ha consentito e sostenuto la realizzazione del progetto”.

Ma cosa potranno lasciare i giovani studenti della Montale? I libri che non servono per lo studio a casa ma anche il cambio per l’educazione fisica; e poi i giubbotti per conservarli in ordine senza spostarli continuamente; e, perché no, tutti gli effetti personali che non servono durante le lezioni.

Per gestire al meglio i nuovi armadietti, la scuola sta elaborando un regolamento con indicazioni di utilizzo, utili per i primi tempi.