La Musica dei Cieli 2020. La rassegna è online

860

L’edizione 2020 de La Musica dei Cieli, la rassegna musicale natalizia che dal 1996 porta nelle nostre chiese la musica e la spiritualità delle religioni del mondo, si terrà online sul sito Corriere.it da martedì 15 a martedì 22 dicembre, alle ore 16.

Anche quest’anno, prima che le restrizioni della seconda fase della pandemia rendessero necessario un cambio di programma, il Comune di Bollate aveva aderito al progetto della 24esima edizione, affidando ad artisti del calibro di Moni Ovadia, Dimitri Espinoza e Pino Ninfa il compito di portare nelle chiese di San Martino e di San Guglielmo due spettacoli di grande suggestività. L’emergenza sanitaria in corso ne ha reso però impossibile la realizzazione dal vivo.

Ma l’intera rassegna non va perduta e si trasforma in un evento live di otto concerti commissionati a otto grandi artisti sui temi delle diverse spiritualità del mondo, che saranno trasmessi in esclusiva sul sito del quotidiano italiano per otto giorni consecutivi alle ore 16.

Si comincia proprio con l’interpretazione dell’enciclica “Laudato Sì” di Papa Francesco nella visione laica e partecipe di Moni Ovadia, che si sarebbe dovuta tenere in San Martino venerdì 18 dicembre, per poi proseguire con lo straordinario trio tra Albania e Salento, capitanato dal violoncellista Redi Hasa. Successivamente sarà la volta di Rokia Traoré, regina della musica africana e della millenaria cultura mandinga, seguita da Corrado Augias con la sua interpretazione de “Il grande romanzo dei Vangeli”. A seguire la rilettura musicale della cantante persiana Yalda che mette in musica i poeti della mistica sufi e l’esibizione di Paolo Fresu che, con la partecipazione di Daniele Di Buonaventura, si immergerà nella trepidazione della “Notte de chelu” come chiamano la vigilia in Gallura. Prima le immagini di Pino Ninfa musicate da Dimitri Grechi Espinoza, e poi “Il Tempo Migliore” degli Avion Travel chiuderanno la rassegna.

Lo spettacolo di Moni Ovadia sarà disponibile online da venerdì 18 dicembre anche sul canale YouTube del Comune di Bollate.