La collaborazione di tutti contro le zanzare. Ecco le date delle disinfestazioni

1434

La non facile lotta alle zanzare da parte del Comune di Bollate prosegue con la campagna estiva contro larve e insetti adulti. Dopo i controlli e i primi interventi in griglie, caditoie, fossi, canali e altri potenziali focolai presenti nei luoghi pubblici cittadini, e i due interventi contro le zanzare femmine lungo i tratti fognari avvenuti nei mesi scorsi, proseguono a ritmo serrato le azioni per l’eliminazione dei fastidiosi insetti anche nel periodo estivo.

L’attività contro le larve si è già concretizzata con due interventi diurni a maggio e giugno e proseguirà con le attività del 13 luglio. La dezanzarizazione, invece, è stata avviata lo scorso 30 maggio e verrà replicata il 4, 11, 15, 22 e 27 luglio in diversi punti della città con massima attenzione alle scuole sede di centri estivi, ai giardini pubblici e ai centri sportivi.

A luglio pertirà anche la campagna contro la zanzara tigre e la zanzara adulta che consiste nel controllo della diffusione dell’insetto attraverso ovitrappole per la zanzara tigre e trappole a CO2 per la zanzara adulta. Gli interventi sono previsti l’11 e 30 luglio.

“La disinfestazione delle zanzare è importante durante l’estate e per questo il nostro Comune da anni effettua tutte le attività necessarie, nel rispetto della salute e con la massima attenzione alla vivibilità degli spazi aperti e delle aree comuni – dice l’Assessore all’Ambiente Ida DeFlaviis. Anche i cittadini, però, possono contribuire a contenere la diffusione di questo fastidioso insetto attraverso comportamenti e azioni di prevenzioni. Il mio invito è che ognuno faccia, nel suo piccolo, quello che può fare dando il proprio contributo al risultato finale di contenimento”.

Si ricorda, infatti, che l’80% delle zanzare si diffonde nelle proprietà private. Per questi motivi sono molto importanti, soprattutto nei quartieri verdi, pieni di orti e giardini, i comportamenti dei singoli cittadini. Tra le precauzioni, è utile mantenere giardini e orti in perfetto ordine, evitare la formazione di raccolte d’acqua in contenitori o nei sottovasi, pulire periodicamente le grondaie e tombini.

Si raccomanda inoltre di pulire periodicamente e con cura i vasi portafiori del cimitero, cambiare frequentemente l’acqua e trattarla con prodotti larvicidi e qualora non fosse possibile, riempire i vasi con sabbia umida al posto dell’acqua, in quanto i cimiteri rappresentano un notevole focolaio di infestazione.

Info sul sito del Comune, cliccando qui.