Inizio d’anno all’insegna della maggior sicurezza per la Polizia locale

918

Numerosi gli interventi della Polizia locale in questo inizio d’anno. Nella consueta direzione di aumentare la sicurezza in città. Vediamoli:

Nei primi giorni di gennaio è stato fermato un prestanome italiano con intestate 44 autovetture (questa, al momento, accertate); tutte avviate a radiazione.

Domenica 5 gennaio. Nel corso dei controlli finalizzati al contenimento del commercio abusivo sul mercatino dell’antiquariato, è stata sanzionata una cittadina italiana che, noncurante della provenienza, ha acquistato merce contraffatta. Al proposito il Comando ricorda che “acquistare merce contraffatta o di dubbia provenienza da irregolari è un illecito amministrativo che può essere punito con una sanzione pari a 200 euro, come previsto dalla normativa”.

Martedì 7 gennaio. Sempre per contenere il fenomeno del commercio abusivo, sono state fermate e accompagnate in Comando quattro persone originarie del Bangladesh che hanno tentato di vendere al mercato centrale verdure ma non solo, in pessime condizioni igieniche. Sono stati sequestrati 200 paia di occhiali, 25 berrette e 40 paia di guanti, oltre a materiale elettrico (cavetti, auricolari, radio) per un valore presunto di 1.500 euro circa. Fatte le opportune verifiche, tre dei quattro fermati sono risultati in regola ma uno di loro è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale e possesso di coltello. Il quarto, privo di documenti validi per soggiornare sul territorio nazionale, è stato sottoposto a fermo di identificazione autorizzato dal PM di turno e successivamente accompagnato in Questura. A suo carico è risultato un precedente ordine di espulsione non eseguito.

Venerdì 10 gennaio. Un Ufficiale della Locale di Bollate, fuori servizio e a bordo della sua auto personale, ha notato un’autovettura da tempo sotto l’attenzione del Comando per questioni legate allo spaccio nella frazione di Castellazzo. Chiamati i colleghi in servizio, si è proceduto al fermo dell’autovettura: una OPEL ASTRA con due occupanti, un uomo con precedenti per spaccio di droga e una donna con precedenti per estorsione, entrambi di nazionalità marocchina e residenti a Cesate. Dopo la formale perquisizione, non sono stati trovati stupefacenti ma entrambi erano in possesso di permessi di soggiorno scaduti e sono stati accompagnati in Questura per le formalità di rito finalizzate all’espulsione. La macchina è stata posta sotto sequestro in quanto priva di copertura assicurativa e della carta di circolazione.

La parola all’Amministrazione
Soddisfazione da parte dell’Amministrazione comunale per le attività della Polizia locale, espressa dall’Assessore alla Sicurezza Marco Marchesini: “Ringrazio il Comandante e tutti coloro che hanno lavorato alle operazioni di inizio anno – ha detto. Manteniamo costante questo impegno che dà alla Polizia locale il giusto riconoscimento e apre gli occhi ai cittadini che ancora sono fermi al luogo comune vigile/multa. Per il controllo del territorio questa attività ha un valore enorme anche per quanto svolto a Castellazzo. È necessario che si comprenda l’importanza degli uomini e delle donne delle forze dell’ordine, in questo caso della Polizia locale, vera risorsa per controllare il territorio e cercare di tenerlo “pulito” dalla criminalità”.