Il volto nuovo di Bollate piace ai commercianti

840

La riqualificazione urbana della città e la creazione di spazi e arredi a favore delle attività commerciali. Questo il tema dell’incontro tra Amministrazione comunale e proprietari delle attività commerciali di Bollate che si è tenuto giovedì 23 febbraio, allo Spazio Europa/Giovani.

Una serata molto partecipata che ha visto la presenza di una quarantina di commercianti ai quali il Sindaco Francesco Vassallo, con gli Assessori al Commercio Giuseppe de Ruvo e all’Ambiente e all’Arredo urbano Ida de Flaviis, ha presentato il nuovo volto di zone importanti di Bollate. Due macro progetti relativi alle piazze urbane e alla mobilità sostenibile, finanziati grazie ai fondi del PNRR e che riguarderanno, in particolare, via Magenta, piazza San Francesco, piazza Martiri della Libertà e via Vittorio Veneto. Vediamoli:

A. Le piazze urbane. Un progetto da 400mila euro
Piazza Martiri della Libertà. Una piazza che per anni ha svolto un importante ruolo perché sede del vecchio Comune, tornerà centro di aggregazione e di bellezza. Il progetto prevede la sostituzione della pavimentazione, la realizzazione di nuove panchine e la risistemazione delle aiuole esistenti oltre all’installazione di colonnine per la ricarica elettrica di monopattini e biciclette e infine la classica fontanella verde per l’acqua.

Piazza san Francesco. Diventerà una via a una sola corsia per senso di marcia. Lo spazio recuperato, anche togliendo alcuni parcheggi, verrà riqualificato con panchine e alberi in vaso. Le due fermate dell’autobus verranno spostate per ottimizzare gli spazi e dare maggior vitalità al luogo. In prossimità dei negozi ci saranno zone d’ombra. Una nuova pista ciclo pedonale, che proseguirà in via Vittorio Veneto, consentirà sia le passeggiate a piedi che in bicicletta.

Soddisfatti i commercianti che, nei loro interventi, hanno messo in luce soprattutto il tema dei parcheggi, ottenendo rassicurazioni dall’Amministrazione che sta lavorando per avere, nelle vicinanze, nuovi spazi da adibire a parcheggio (ad esempio, il parcheggio sotto il Municipio in via Concordia).

B. La Mobilità sostenibile. Un progetto da 490mila euro
Via Magenta. Diventerà una via a senso unico (da piazza Solferino a piazza della Chiesa San Martino) soprattutto grazie allo spostamento della circolazione sulla complanare di via Piave/Varesina. Lo spazio recuperato consentirà l’allargamento dei marciapiedi, soprattutto dal lato nord oggi molto piccolo, e la realizzazione di due piste ciclabili, una per senso di marcia, a benefico degli spostamenti sostenibili. Negli spazi recuperati si metteranno sedute, rastrelliere e alberature di abbellimento. Verranno mantenuti i parcheggi che, anzi, aumenteranno di 2 o 3 posti.
Per dare fluidità al traffico dei residenti del quartiere e continuità all’anello ciclabile si invertirà il senso di marcia di via Leone XIII.

Via Vittorio Veneto. Nel tratto tra via Verdi e piazza San Francesco sarà limitato lo spazio per i veicoli con la riduzione della circolazione a una sola corsia per senso di marcia. Lo spazio recuperato consentirà la realizzazione di una nuova pista ciclopedonale a doppio senso. I parcheggi verranno mantenuti.

Per rassicurare i commercianti, il Sindaco ha precisato che i cantieri saranno numerosi ma non aperti in contemporanea. Verrà seguito, infatti un crono programma a step, per non interferire troppo nelle vita della città e anche nel lavoro dei commercianti.

Le tempistiche
per entrambi i macro progetti, i lavori verranno assegnati entro luglio 2023, come previsto dal PNRR. La realizzazione completa è prevista entro il 2026