Giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Ecco il programma

373

Nella Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, il Comune di Bollate, Assessorato alle Pari opportunità, promuove diverse iniziative finalizzate a tenere alta l’attenzione su un tema delicato e sempre molto attuale come la violenza di genere.
Ecco le attività in programma:

Per tutta la settimana del 25 novembre (da martedì 23), il Palazzo comunale si illuminerà di rosso in segno del rifiuto di Bollate a ogni forma di violenza.

24 novembre ore 21,00 nella Sala Conferenze della Biblioteca
Serata dal titolo: Emozioni contro la violenza sulle donne, a cura dell’Associazione Gli Occhi di Mafalda

25 novembre ore 18,00 al Parco di via Piave
Inaugurazione della Panchina Rossa, la seconda a Bollate, dipinta da ragazze e ragazzi de L’Arcobaleno, in collaborazione con Anpi Bollate-Baranzate e Ranokkio.
Segue, Apericena con una parte del ricavato verrà devoluto a sostegno del Centro Antiviolenza HARA. Per prenotazioni: cell. 329 2311741. (vedi allegato)

27 novembre ore 16,00 nella Sala Conferenze della Biblioteca
Concerto multimediale Note Stuprate a cura di Anpi Bollate-Baranzate

INOLTRE…
Sui canali social del Comune verrà ricondiviso il video della campagna #NONSEISOLA realizzato lo scorso anno con l’obiettivo, sempre attuale, di veicolare la conoscenza degli strumenti utili per uscire dal silenzio, come l’App e il numero telefonico nazionale antiviolenza e stalking 1522 e la presenza del Centro antiviolenza sul territorio di Bollate.

Nel programma, infine, si inserisce anche il Corso di autodifesa personale partito lo scorso 8 novembre in due turni all’HUB Cascina del Sole e organizzatoin collaborazione con Comuni insieme. In tutto 7 appuntamenti per accompagnare le donne dai 14 anni in su all’acquisizione di una maggior consapevolezza delle proprie capacità e delle tecniche necessarie per prevenire e agire in situazioni di pericolo.

“Prosegue l’impegno della nostra Amministrazione – spiega l’Assessore alle Pari opportunità Lucia Albrizio – nella doppia attività di informazione e di contrasto del fenomeno della violenza in generale e sulle donne in modo particolare, vista la ricorrenza. Perché la violenza sulle donne, in tutte le sue forme, è un fenomeno sociale fra i meno visibili, soprattutto se esercitato in famiglia. Il potere e il controllo esercitato sulle donne è un effetto di una mala cultura che dobbiamo sradicare”.

Perché si celebra il 25 novembre?
Nel 1999, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha istituito la Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne e indicato come data per la sua ricorrenza il 25 novembre. Tale giorno era già stato scelto da un gruppo di attiviste sudamericane che si erano riunite nel 1981 a Bogotà per l’Incontro Femminista latinoamericano e dei Caraibi finalizzato a ricordare il brutale assassinio del 1960 delle tre sorelle Mirabal, catturate, torturate e massacrate dai militari della Repubblica Dominicana sotto il regime dittatoriale di Rafael Leonidas Trujillo. Nella giornata del 25 novembre i governi, le organizzazioni internazionali, le ONG e le istituzioni sono invitate a organizzare attività di sensibilizzazione dell’opinione pubblica sul tema. Anche nel nostro Paese, dal 2005, si celebra la ricorrenza con iniziative culturali e politiche.

GUARDA IL MESSAGGIO DEL SINDACO FRANCESCO VASSALLO, cliccando qui