Giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Ecco il programma

786

Nella Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, il Comune di Bollate, Assessorato alle Pari opportunità, promuove diverse iniziative finalizzate a tenere alta l’attenzione su un tema delicato e sempre molto attuale come la violenza di genere.
Ecco le attività in programma:

25 novembre, ore 10,20 – piazza del Comune
Flashmob davanti alla panchina rossa in piazza A. Moro. Un gruppo di ragazzi e ragazze delle classi quinte dell’istituto Levi di Bollate, partiranno dalla loro scuola per arrivare davanti alla panchine in corteo, dipanando un simbolico filo rosso.

26 novembre, ore 16 – Ospiate
inaugurazione della panchina rossa a Ospiate con camminata.
Si parte alle ore 15,40 dal piazzale del Cimitero di Bollate, via Repubblica 2, per una camminata con l’Assessore alle Pari opportunità Lucia Albrizio, in direzione Ospiate. Qui verrà inaugurata la terza panchina rossa di Bollate per ribadire con sempre più forza:
# Non sei Sola. Insieme vinciamo!
Ai partecipanti si richiede di indossare qualcosa di ROSSO
L’iniziativa è organizzata in collaborazione con Gruppi di cammino e ANPI.

28 novembre ore 21- Biblioteca di Bollate
Ferite a morte. Reading drammatizzato a cura di BovisaTeatro, tratto dall’omonimo libro di Serena Dandini
E se le vittime di femminicidio potessero parlare? Libere di raccontare, almeno da morte, la loro versione. Una lettura necessaria che dà voce a tutte le donne che non sono state ai patti, pagando con la vita la loro disobbedienza.

Regia: Fernando Villa
Con: Bizunesh Apeddu, Fiorella Pirola, Giancarla Venturelli, Rosi Gesualdi, Valentina Sachero
Audio: Ubaldo Mancina
Ingresso libero

“Presente come ogni anno per la ricorrenza del 25 novembre – spiega l’Assessore alle Pari opportunità Lucia Albrizio – la nostra Amministrazione continua ad essere in prima linea con attività e iniziative di contrasto del fenomeno della violenza in generale e sulle donne in modo particolare. L’obiettivo è, tramite iniziative mirate come quelle che abbiamo messo in campo per la Giornata internazionale, quello di sensibilizzare e stimolare un cambio di passo rispetto alla cattiva cultura che spesso si nasconde dietro a una violenza. Ma oltre a sensibilizzare poi bisogna fare e per questo la nostra Amministrazione continja a ricordare che per ogni aiuto concreto il numero da fare è il 1522”.

Perché si celebra il 25 novembre?
Nel 1999, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha istituito la Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne e indicato come data per la sua ricorrenza il 25 novembre. Tale giorno era già stato scelto da un gruppo di attiviste sudamericane che si erano riunite nel 1981 a Bogotà per l’Incontro Femminista latinoamericano e dei Caraibi finalizzato a ricordare il brutale assassinio del 1960 delle tre sorelle Mirabal, catturate, torturate e massacrate dai militari della Repubblica Dominicana sotto il regime dittatoriale di Rafael Leonidas Trujillo. Nella giornata del 25 novembre i governi, le organizzazioni internazionali, le ONG e le istituzioni sono invitate a organizzare attività di sensibilizzazione dell’opinione pubblica sul tema. Anche nel nostro Paese, dal 2005, si celebra la ricorrenza con iniziative culturali e politiche.