Fontana scrive ai Sindaci: “Da stanotte, tutta la Lombardia in Arancione rafforzata”

5072

Il Presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana ha scritto a tutti i Sindaci lombardi per comunicare una nuova Ordinanza valida su tutto il territorio regionale: a partire dalle ore 00:00 di venerdì 5 marzo 2021 e fino a domenica 14 marzo 2021, con eventuale proroga sulla base dell’evoluzione del contesto epidemiologico, la Lombardia diventerà tutta Arancione rafforzata.

“Visti l’andamento della situazione epidemiologica – spiega Fontana nella comunicazione – sul territorio regionale e le peculiarità del contesto sociale ed economico e, considerato che la situazione dei contagi presenta le condizioni di un rapido peggioramento con un’incidenza in crescita in tutta la Lombardia, anche in relazione alle classi di età più giovani, si rende necessario sospendere la didattica in presenza nelle istituzioni scolastiche primarie e secondarie di primo grado e secondo grado, nelle istituzioni formative professionali secondarie di secondo grado (IeFP), negli Istituti tecnici superiori (ITS) e nei percorsi di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore (IFTS)”.

“Con l’ordinanza in pubblicazione – anticipa Fontana – sono, altresì, sospese le attività formative e curriculari delle università e delle istituzioni di alta formazione artistica musicale e coreutica”.

Unica eccezione restano i servizi per la prima infanzia come nidi e micro nidi.

Tra le altre regole ricordate dal Presidente di Regione, l’impossibilità di recarsi nelle seconde case ad eccezione degli spostamenti motivati da comprovate e gravi situazioni di necessità e l’accesso alle attività commerciali al dettaglio di una sola persona per nucleo familiare, fatta eccezione per i minori, i disabili o gli anziani.

Divieto anche per l’uso delle aree attrezzate nei parchi e il consueto obbligo di mascherine.

L’obiettivo della Regione è il contenimento dell’incremento dei contagi e il tentativo di  preservare le aree non ancora interessate da una elevata incidenza.

Per tutte le regole in vigore da stanotte e per leggere l’Ordinanza, clicca qui.