Fine emergenza Covid, chiude il COC – Centro Operativo Comunale

975

Con la fine dell’emergenza da Covid19 dello scorso 31 marzo, la Città di Bollate chiude il C.O.C., il Centro Operativo Comunale nato come supporto all’Amministrazione durante la pandemia, con compiti di coordinamento delle istituzioni locali di protezione civile e del volontariato organizzato, utile ad affrontare al meglio l’emergenza Coronavirus.

Due anni di attività a supporto concreto della cittadinanza e con gli obiettivi di una continua e corretta comunicazione sui rischi, di monitoraggio delle persone più vulnerabili e di tutte le misure ritenute utili a velocizzare e ottimizzare le risposte in caso di situazioni a rischio provocate dalla diffusione del virus oltre che di aiuto concreto alla popolazione bollatese per la consegna dei pasti a domicilio, dei farmaci per le persone allettate e/o bisognose, della consegna dei buoni pasto, della sorveglianza del territorio in affiancamento alle forze dell’ordine nei momenti in cui vigeva il coprifuoco.

“Il Centro Operativo Comunale – ha detto il Sindaco Francesco Vassallo – è stato estremamente funzionale alla gestione di tutta l’emergenza sanitaria. Un ottimo alleato dell’Amministrazione nella gestione della pandemia, che ha agevolato il rispetto e l’applicazione delle misure straordinarie messe in atto. Con la fine dello stato di emergenza, finisce anche il ruolo del COC. Ringrazio personalmente tutte le persone che vi hanno collaborato, soprattutto nei momenti iniziali di pandemia quando le difficoltà sono state davvero enormi. Anche grazie a tutti loro si sono rese più rapide ed efficaci le azioni di contrasto al virus e di aiuto ai cittadini”.

UN MOMENTO DI SALUTO
Per ringraziare tutti i rappresentanti del COC, il Sindaco Vassallo e la Giunta hanno invitato le Associazioni e i loro volontari per un momento di saluto che si terrà lunedì 11 aprile 2022 alle ore 19 in piazza Aldo Moro.

Hanno collaborato con il COC, la SEO – Protezione Civile, l’ATS, il Comandante della Tenenza dei Carabinieri, il Comandante della Polizia locale e le sezioni locali di ANA (Associazione Nazionale Alpini) e ANC (Associazione Nazionale Carabinieri), l’ANPS (Associazione Nazionale Polizia di Stato), la CARITAS, il CPS, la Croce Rossa italiana, i Volontari del Verde e del Carrello solidale.

Hanno prestato il loro contributo professionale anche la società consortile Comuni Insieme, Gaia Servizi e i responsabili del Comune del settore Servizi Sociali, Educativi e Prima Infanzia e Servizi informatici, l’ASST Rhodense.

A loro il ringraziamento del Sindaco e di tutta l’Amministrazione