Coronavirus: le ordinanze in vigore in Lombardia dal 22 ottobre

3635

Il Ministro della Salute, Roberto Speranza, e il Presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, hanno firmato un’ordinanza valida dal 22 ottobre fino al 13 novembre 2020 su tutto il territorio regionale.

L’ordinanza prevede che dalle ore 23.00 alle ore 5.00 del giorno successivo siano consentiti solo gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità o d’urgenza ovvero per motivi di salute.
E’ consentito il rientro presso il proprio domicilio e per gli eventuali spostamenti si dovrà produrre un’autodichiarazione.

Il testo dell’ordinanza è disponibile QUI

Il Presidente di Regione Lombardia ha inoltre firmato la nuova Ordinanza n. 623, che aggiorna ed integra i contenuti dell’Ordinanza n. 620 del 16 ottobre.

Tra le novità previste dall’Ordinanza n. 623 si evidenziano, in particolare:

    • la chiusura di grandi negozi e centri commerciali nelle giornate di sabato e domenica. Restano invece aperti, anche il sabato e la domenica, i negozi che vendono generi alimentari, alimenti e prodotti per animali domestici, prodotti cosmetici e per l’igiene personale, prodotti per l’igiene della casa, piante e fiori e relativi prodotti accessori. Rimangono aperte anche farmacie, parafarmacie, tabaccherie e rivendite di monopoli.
    • il divieto di svolgimento di sagre e fiere di comunità. Sono invece consentite le manifestazioni che si svolgono in appositi quartieri fieristici.
    • la ripresa della didattica a distanza: a partire dal 26 ottobre, le scuole secondarie di secondo grado e le istituzioni formative professionali di secondo grado devono realizzare le proprie attività attraverso la didattica a distanza per l’intera classe, se ci sono già le condizioni di effettuarla e salvo eventuali bisogni educativi speciali. Agli altri istituti viene fortemente raccomandato di adoperarsi nel più breve tempo possibile per poter svolgere anch’essi la didattica a distanza.
      Sono escluse le attività di laboratorio, che possono essere svolte in presenza.
      Alle Università è raccomandata la promozione della didattica a distanza quanto più possibile.

    • Sport di contatto svolti da associazioni e società dilettantistiche: sono sospese tutte le gare e le competizioni riconosciute di interesse regionale, provinciale o locale dal CONI, dal CIP e dalle rispettive federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate ed enti di promozione sportiva. Gli allenamenti e la preparazione atletica possono essere svolti individualmente. Le società e le associazioni dilettantistiche devono garantire il rispetto delle misure di prevenzione, tra cui il mantenimento di almeno due metri di distanza tra ciascuna persona.

Maggiori informazioni sul sito di Regione Lombardia