Carrello solidale, il Sindaco ringrazia negozi e associazioni

824

In 4 mesi sono stati consegnati circa 1000 pacchi a un totale di 170 famiglie in difficoltà di Bollate. Questi i numeri del Carrello solidale, il progetto attivato dal Comune nelle prime settimane di aprile in stretta collaborazione con la Caritas cittadina, e non ancora concluso. Dopo la pausa di agosto, infatti, il progetto riprenderà da settembre. “Tutto questo grazie a una rete solidale fantastica che si è attivata – ha detto il Sindaco Francesco Vassallo – e che non potevamo non ringraziare”.

Per questo giovedì 16 luglio, in Aula consigliare, il Sindaco e gli Assessori Lucia Albrizio e Marco Marchesini, promotori, hanno invitato tutti i protagonisti di questo bel progetto per una calorosa consegna di attestati di ringraziamento.

Per le attività commerciali, erano presenti Sergio Colombo di Coop, Antonio Brillo del Crai di via Magenta, Luca Surace di Sigma, Renato Zulianello di Esselunga Mattia Zone di Carrefour, Elena Restelli di Mondi possibili e Manuel di Tigotà. Tutti hanno ringraziato anche i dipendenti per il lavoro senza riserve fatto nei mesi di domicilio forzato della popolazione.

Dopo i commercianti, l’Amministrazione ha voluto ricordare anche il grosso lavoro di raccolta e dono dei prodotti della Chiesa evangelica battista di Bollate rappresentata da Gabry Arosio, e i tanti volontari per il generoso contributo di forza lavoro prestato: il Gruppo del ritiro coordinato da Giuseppe Parisi; i ragazzi e le ragazze dell’oratorio rappresentanti da Francescsa Calloni da don Matteo; e tutte le persone legate al progetto Due mani in più di Caritas e Coop.

L’iniziativa del Carrello solidale è nata come una forma concreta di aiuto alle tante famiglie che, a causa dell’emergenza Covid 19, si sono trovate ad affrontare difficoltà nuove o già consolidate. “Questa iniziativa è stata fondamentale nei mesi del lockdown ma – ha detto l’Assessore alla Pace Lucia Albrizio – non si ferma qui. Proseguirà ancora da settembre a dimostrazione che nella nostra comunità esiste il senso di appartenenza, la volontà di condivisione e la capacità di offrire se stessi. A volte queste attitudini sono poco visibili e a volte considerate scontate. Invece abbiamo imparato quanto sono indispensabili per un vivere civile nel pieno riconoscimento della dignità di tutti”.

“Un aiuto prezioso – ha detto l’Assessore al Commercio Marco Marchesini – che ha visto le attività commerciali del nostro Comune attivarsi con collaborazione e disponibilità in un periodo complicato da gestire. Ne sono usciti tanti momenti belli, tutti da ricordare”.

Durante la consegna il Sindaco Vassallo ha anche ricordato e ringraziato i tanti cittadini bollatesi che hanno acquistato e donato i prodotti.