Biboll 2022, la città in festa insieme alla biblioteca

449

Grande soddisfazione dell’Amministrazione comunale per la Festa della Biblioteca 2022 che ha animato la città per tutto il weekend del 7, 8 e 9 ottobre, nei suoi luoghi culturali più rappresentativi: biblioteca, teatro LaBolla e archivio storico comunale.

Oltre 500 le persone che hanno partecipato agli appuntamenti in programma con un picco davvero significativo di ben 250 presenze per la serata di venerdì 7 dedicata all’incontro con l’astrofisico Paolo Ferri che ha presentato il suo nuovo libro Il lato oscuro del sole e ha svelato i segreti della nostra stella più grande. Record di presenze ma anche di domande dal pubblico presente, interessato e affascinato da una materia così misteriosa e intrigante; curioso anche di scoprire i retroscena delle missioni spaziali fin nei dettagli più personali (molte le domande anche sulle delusioni delle missioni andate in fumo e la gioia per i successi).

Sempre l’innovazione l’aspetto più affascinante anche per il gruppo che sabato mattina si è prenotato per la visita alla Cittadella degli Archivi di Milano. Un viaggio alla scoperta della storia artistica, culturale, politica e amministrativa del capoluogo lombardo, in uno dei poli archivistici più grandi e moderni d’Europa. Qui la bellezza dei manifesti storici ma soprattutto la meccanizzazione per il prelevamento dei documenti sono stati gli elementi che hanno affascinato tutti.

Altro momento toccante, la consegna degli attestati a ben 44 volontari culturali che aiutano e supportano il Comune in tutte le attività organizzate dall’Assessorato: dal Festival di Villa Arconati agli eventi de LaBolla teatro alle tante attività organizzate in città. Sono i volontari individuali, di Anpi, dei Gruppi di cammino, della Pro Loco, dell’Associazione Nazionale Carabinieri ma anche i due giardinieri che curano l’orto in biblioteca e la signora Maria Teresa, volontaria storica da anni al fianco della Cultura a Bollate.

Buon risultato anche per la Silent disco in Biblioteca di sabato 8, ideata per la prima volta per coinvolgere e parlare ai più giovani con i loro strumenti e il loro linguaggio. Una cinquantina i ragazzi e le ragazze che, cuffia in testa, si sono lasciati contaminare ballando nella casa dei libri.

A chiudere la carrellata degli appuntamenti e la kermesse, domenica 9 alle 18, la presentazione del libro Al di qua del fiume – Il sogno della famiglia Crespi, con l’autrice Alessandra Selmi che ha coinvolto e sorpreso il pubblico raccontando un affresco  sempre attuale e affascinante della vita e della condizione umana.

Da non dimenticare, infine, la mostra mercato del libro usato, allestita sotto i portici del Cantun Sciatin che, malgrado la pioggia, ha portato fuori casa gli appassionati dei libri e non solo della lettura.  “Una festa bella e partecipata – ha commentato l’Assessore alla Cultura e Pace Lucia Albrizio – che ci conferma, edizione dopo edizione, come sia importante portare la Cultura fuori dai luoghi istituzionali e, contemporaneamente, come sia importante portare le persone dentro ad essi. Per noi è stata ed è sempre di più l’occasione per valorizzare i nostri tre poli culturali: biblioteca, teatro e archivio. Con iniziative ed eventi che guardano sempre di più ai giovani, con l’obiettivo di coinvolgere e avvicinare alla biblioteca e alle istituzioni un numero crescente di Millenials e di giovani della Generazione Z. Con questo pensiero in testa, siamo già proiettati all’organizzazione della prossima edizione della nostra Festa della Biblioteca”.