Al via i lavori di ristrutturazione presso il Pronto Soccorso di Rho

291

ASST Rhodense informa che partiranno dal 5 Giugno 2023 i lavori di ristrutturazione del Pronto Soccorso di Rho, che termineranno alla fine del mese di agosto. I lavori sono propedeutici all’ottimizzazione di alcuni spazi, al miglioramento della capacità ricettiva del Presidio Ospedaliero e sono realizzati attraverso i fondi messi a disposizione dal “Piano di riordino della Rete Ospedaliera Nazionale”, di cui all’articolo 1 del d.l. n. 34/2020. Tale finanziamento ricomprende anche la ristrutturazione dell’Unità Intensiva Coronarica al quarto piano dell’ala Nord.

Il Presidio Ospedaliero di Rho è interessato, in questo periodo, da diversi interventi di manutenzione, che ricomprendono ammodernamenti tecnologici ed adeguamenti normativi riguardanti, in particolare, la normativa antincendio. Gli interventi in atto sono frutto degli investimenti che ASST Rhodense e Regione Lombardia hanno attivato per offrire ai cittadini una struttura sempre più sicura e all’avanguardia, anche dal punto di vista degli impianti e delle attrezzature. Allo studio dell’ASST ci sono altri investimenti per i quali sono in corso progettazioni e valutazioni preliminari quali, ad esempio, il completamento del percorso materno infantile e la realizzazione di nuovi spazi di degenza al 7° piano Ala Est.

L’ASST Rhodense, dal punto di vista organizzativo, sta mettendo in campo soluzioni innovative, attuate in direzione dell’efficientamento dei servizi. Allineandosi alle indicazioni regionali relative agli “Interventi per l’efficientamento del flusso dei pazienti dal Pronto Soccorso” (DGR n. XI/6893 del 05/09/2023), dallo scorso 22 maggio è stata infatti attivata presso l’Ospedale di Rho la prima Admission Room dell’Azienda, che conta di 12 posti letto.
L’Admission Room è un’area dedicata ai pazienti che terminato il percorso di emergenza-urgenza al PS e che sono in attesa di essere inviati all’Unità Operativa.

Si tratta di un passaggio molto importante nella gestione dell’attività quotidiana, finalizzato a porre sempre maggiore attenzione alle esigenze e alle aspettative dei cittadini. Grazie a questa nuova area è possibile migliorare l’organizzazione ospedaliera, con particolare riguardo ai Pronto soccorso, che sono “la porta d’ingresso” delle strutture ospedaliere. L’Admission Room è inserita in una logica organizzativa che coinvolge e vede partecipi tutti i reparti del Presidio. L’obiettivo primario è ridurre al minimo l’attesa del paziente che deve essere ricoverato presso uno dei reparti di degenza.

Sempre in ottica di miglioramento organizzativo, la Direzione Strategica dell’ASST ha deciso inoltre di cogliere l’opportunità di partecipare attivamente ad un progetto regionale sull’implementazione di percorsi di fast-track (trattamento rapido) dedicati ai pazienti affetti da patologie monospecialistiche minori che non rivestono carattere di emergenza-urgenza e che, per questo motivo, talvolta permangono a lungo in attesa in PS, dovendo attendere l’espletamento della presa in carico dei codici rossi e gialli. L’obiettivo è quello di definire un percorso condiviso che consenta di snellire ed ottimizzare le fasi di “processo” e di “uscita” del paziente dal sistema di emergenza-urgenza, garantendo un efficace e tempestivo percorso di cura.

La letteratura indica che, con l’adozione del modello organizzativo Fast-Track, migliorano i tempi di attesa, si riduce l’abbandono del PS da parte del paziente prima di essere visitato e migliora la soddisfazione del paziente. Ad oggi in ASST Rhodense sono stati attivati percorsi di fast-track per le discipline di Oculistica, Ortopedia e Otorinolaringoiatria.