A tavola con Renzo e Lucia per chiudere l’anno manzoniano

131

L’anno manzoniano 2023 volge al termine e, a chiusura delle iniziative per la ricorrenza dei 150 anni dalla morte di Alessandro Manzoni, venerdì 24 novembre l’Assessorato alla Cultura e Pace organizza una cena letteraria nel foyer del Teatro LaBolla.

La serata è l’occasione per compiere un viaggio tra le pagine e le atmosfere dei Promessi Sposi, gustando le pietanze citate nel romanzo e ripercorrendone le suggestioni attraverso la lettura di alcuni brani interpretati dalle bibliotecarie.

“Con questa iniziativa conviviale concludiamo le attività dell’anno manzoniano che, a partire dallo scorso maggio, hanno animato la nostra città. – dice l’Assessora alla Cultura e Pace Lucia Albrizio. Potremmo dire che abbiamo portato Renzo e Lucia a spasso per Bollate, facendogli conoscere la biblioteca durante la serata di letture manzoniane, la piazza in occasione della Cena di tutti i colori, il teatro, che li ha resi protagonisti del musical “Gli Sposi Promessi” e l’archivio comunale che ha esposto documenti dell’epoca manzoniana. A loro volta, Renzo e Lucia ci hanno accompagnato a Milano, nei luoghi immortalati nel romanzo dalla penna del Manzoni. E per finire in bellezza li invitiamo alla nostra tavola, per condividere i loro piatti e le nostre letture. La numerosa partecipazione dei cittadini a tutte le iniziative testimonia, oltre alla buona riuscita degli eventi, anche l’affetto che il pubblico nutre nei confronti di un autore non sempre amato sui banchi di scuola. Le iniziative dell’anno manzoniano hanno avuto il merito di farci riscoprire la dimensione popolare di Alessandro Manzoni, mettendo in luce anche aspetti poco noti della vita di uno dei padri della nostra letteratura, che ha avuto un ruolo importantissimo per la cultura e la lingua dell’Italia unita.”

La cena, su prenotazione e limitata a 50 coperti, prevede, accanto al menu tradizionale, anche una proposta vegetariana, anche questa rigorosamente fedele ai piatti della cucina lombarda di Renzo e Lucia. Il servizio di cucina è curato da Arca di Noè, la cooperativa sociale che gestisce il bistrot del teatro e il costo della cena è di 25 euro a persona. Il menu è consultabile in fondo alla pagina.

E così, tra il cavolo della Perpetua, i capponi di Renzo e la polenta bigia di Tonio si conclude nella maniera più conviviale il ciclo di iniziative che ci hanno accompagnato dalla primavera all’autunno alla riscoperta dell’opera manzoniana.

Per informazioni e prenotazioni: tel: 02 35005575; mail: cultura@comune.bollate.mi.it

Volantino e menù Cena manzoniana