8 marzo con “LA FABBRICA delle RAGAZZE” di Ilaria Rossetti

57

Venerdì 8 marzo in Biblioteca con Ilaria Rossetti che presenta il suo ultimo romanzo “La fabbrica delle ragazze”, da poco pubblicato e già candidato al Premio Strega 2024. Dialoga con l’autrice, lo scrittore bollatese Marco Balzano.

Il libro è ispirato al tragico episodio dell’esplosione della fabbrica di munizioni Sutter&Thevenot di Castellazzo di Bollate, avvenuto il 7 giugno 1918, in cui persero la vita 59 lavoratori, 52 dei quali giovani donne. Il racconto, romanzato ma fedele ai dati storici fa diventare la Memoria locale Memoria condivisa e nazionale. Questa è la nostra Storia, il nostro 8 Marzo.

“Scegliendo di organizzare la presentazione del libro di Ilaria Rossetti nella serata di venerdì 8 marzo, – dice l’Assessora alla Cultura e Pace Lucia Albrizio – abbiamo raccolto l’invito lanciato nel 2018 da Paolo Mieli durante la puntata di Passato e Presente a fare di quel tragico evento il simbolo del nostro 8 marzo. La fabbrica delle ragazze è per noi occasione per fare memoria della storia della nostra comunità e ci offre la possibilità di considerare quali siano le conquiste che le donne hanno faticosamente ottenuto per il loro riconoscimento nel mondo. Riconoscimento che altro non è che il diritto al rispetto di ogni essere umano, come è ben sancito dalla nostra Costituzione. Ancora oggi ci interroghiamo su quanto sia riconosciuto alla donna il diritto alla realizzazione professionale, che spesso la obbliga a difficili scelte personali e, ce lo ricorda anche il libro, su quanto ancora bisogna adoperarsi per la sicurezza sul lavoro e contro la violenza di genere. Per questi motivi ho fortemente voluto che la presentazione del libro, ispirato a un tragico fatto storico accaduto sul nostro territorio, coincidesse a Bollate con la celebrazione dell’8 marzo, Giornata Internazionale dei diritti delle Donne”

“LA FABBRICA delle RAGAZZE” | Venerdì 8 marzo 2024 |ore 21:00
di Ilaria Rossetti (edito da Bompiani)

Una terribile esplosione il 7 Giugno 1918 scosse il territorio di Bollate e delle Groane, distruggendo parte del polverificio Sutter & Thévenot, provocando decine di vittime fra le operaie addette alla produzione di bombe da trincea, giovani tra i 14 ed i 30 anni. Ilaria Rossetti racconta un episodio più che mai attuale del lavoro femminile e delle morti bianche, narrando l’evento che prima di lei fu citato da Ernest Hemingway in uno dei “Quarantanove racconti”. Nelle sue pagine la Storia locale da testimonianza si fa romanzo, e attraverso le voci di tante piccole vite non smette di chiederci ascolto.
INGRESSO LIBERO, fino ad esaurimento posti

Per informazioni: Ufficio Cultura del Comune di Bollate | 02.35005575 – 800.474747 |
cultura@comune.bollate.mi.it

E SI PROSEGUE…
“POLVERE” | Sabato 9 marzo |ore 10:30 e 12:00
a cura di nudoecrudo teatro

La presentazione del romanzo sarà seguita, sabato 9 Marzo, alle ore 10:30 e 12:00, da “Polvere”, un audio racconto di nudoecrudo teatro, tratto dallo spettacolo “Lungo strade ombreggiate da Pioppi”, dedicato alla vicenda dell’esplosione della Polveriera di Castellazzo, avvenuta nel giugno 1918. La camminata in cuffia, esperienza fortemente immersiva, raccoglie non solo frammenti dello spettacolo ma anche alcune delle testimonianze delle sopravvissute all’incidente, restituite qui dalle voci di un coro di cittadine.

Posti limitati, prenotazione obbligatoria info@nudoecrudoteatro.org