La Città Felice progettata dai ragazzi, in vetrina in Comune

28

La Bollate futura è felice. Questo secondo i ragazzi del Consiglio comunale junior che hanno ideato e realizzato il plastico della loro Bollate ideale. Il risultato del loro bellissimo lavoro resterà esposto nella vetrina del Municipio e potrà essere visto da tutti i cittadini. Il progetto parteciperà, inoltre, alla sesta edizione del concorso di idee “A City in MIND”, promosso da Fondazione Triulza sul tema: “I sensi della città”.

Il lavoro è stato realizzato nell’ambito del Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze e presentato durante l’ultima seduta della scorsa settimana quando i giovani consiglieri hanno raccontato i propri progetti, elaborati all’interno di due commissioni: la prima formata dagli studenti delle scuole primarie Masih, Don Milani, Montessori, Polo e Rosmini, la seconda dagli studenti delle scuole secondarie di primo grado Gramsci, Leopardi e Montale.

Il progetto esposto in Comune è quello realizzato dai consiglieri della primaria e prevede la realizzazione di una città felice, dotata di diversi Happy Point, dislocati per sul territorio e soprattutto in prossimità delle scuole. Gli Happy Point sono spazi ”00Sigarette” e sono accomunati dalla presenza del semaforo delle emozioni, di arredo urbano viola (colore della gentilezza) o arcobaleno e di aiuole con fiori colorati. In ogni Happy Point è possibile fare esperienze multisensoriali, diverse da punto a punto; ciascun luogo è inoltre collegato grazie ad una navetta chiamata “Happy Bus”.

Il progetto parteciperà alla sesta edizione del concorso di idee “A City in MIND” sul tema: “I sensi della città”, si diceva. i consiglieri delle primarie di Bollate hanno realizzato il progetto partendo da una domanda; si sono chiesti, infatti, come una nuova prospettiva e un approccio sensoriale diversi possano migliorare la sostenibilità ambientale e sociale nelle nostre città, favorendo l’inclusione, l’accessibilità e il benessere delle persone. Il progetto sarà consegnato a Fondazione Triulza per la valutazione il 16 aprile ed entro metà maggio si conoscerà l’esito.

“Una bellissima realizzazione ma soprattutto un bellissima idea di luoghi vivibili e inclusivi – ha detto l’Assessore alle Politiche educative Ida De Flaviis – nata da un percorso di riflessione e ideazione della città perfetta e felice desiderata dai nostri giovani bollatesi. Un bel lavoro, dall’importante senso civico, in vista del futuro che aspetta i ragazzi, chiamati domani a gestire il bene pubblico, e che mette i semi di un modo diverso di concepire e vivere i tempi e i modi delle nostre città”.