Cinque borse di studio per i migliori studenti di Bollate. Assegnate il 18 dicembre

549

Si è tenuta il 18 dicembre 2019 alle ore 21, nell’Aula Consigliare del Comune, la serata di consegna delle borse di studio intitolate a Don Geranzani. Sono state pensate dalla Giunta Vassallo e dalla famiglia di Don Aldo per onorarne la memoria attraverso un riconoscimento concreto alle capacità scolastiche di cinque studenti bollatesi meritevoli. Si  ètrattato di ragazzi che, nel corso dell’anno scolastico 2018/2019, hanno frequentato la scuola secondaria di secondo grado (ex scuola superiore) e che hanno deciso di proseguire con gli studi universitari.

“Don Aldo – dicono il Sindaco Francesco Vassallo e l’Assessore alla Cultura Lucia Albrizio – è stato un sacerdote molto amato e un eccellente formatore di giovani studenti. Ha dedicato la sua vita e la sua missione alla diffusione di solidi principi educativi, di rispetto e amore per il prossimo e di apertura al confronto tra religioni e culture diverse. In suo onore vogliamo dare un sostegno concreto ai migliori diplomati della nostra città e spronarli negli studi, anticamera della crescita personale”.

In merito all’iniziativa, la sorella di Don Aldo, Roberta, e il nipote Alessandro Csat hanno espresso la loro gratitudine al Sindaco e all’Assessore Albrizio per averla promossa e sostenuta. “Bollate – sottolinea Roberta Geranzani – è sempre stato il luogo degli affetti e dei ricordi più cari per il nostro don Aldo. Ci auguriamo che le borse di studio messe a disposizione dal Comune possano aiutare gli studenti bollatesi a proseguire gli studi, per formarsi in una dimensione personale e umana aperta e interculturale, proprio come, molte volte, auspicato da mio fratello”.

Le borse di studio hanno il valore di mille euro l’una e sono state consegnate il 18 dicembre a 5 dei 10 studenti che si sono candidati e che sono stati selezionati da un’apposita commissione tecnica. Tra le caratteristiche per la partecipazione al bando, la residenza a Bollate, il voto minimo di 91/100 alla maturità, l’iscrizione all’università e, preferibilmente, l’aver praticato attività di volontariato.

Gli studenti meritevoli dell’assegnazione delle borse di studio sono risultati: Maria Domenica Iozzo, davide Stefano Piccione, Martina Daghini, Lorenzo Tricella, Camilla Anna Cracco.