Vie Garibaldi e Matteotti, il progetto prevede nuove piante e fioriere

506

Anche il verde e l’arredo saranno oggetto della riqualificazione delle centrali vie Matteotti e Garibaldi dove, in questi giorni, sono al lavoro le ruspe per la rimozione del porfido. Il progetto globale, infatti, non prevede solo il rifacimento dell’asfalto e dei marciapiedi ma anche la riqualificazione di tutto l’arredo urbano, in una soluzione di continuità rispetto a via Roma e con l’obiettivo di dare maggior omogeneità al centro cittadino.

Per questo arriveranno, a partire da settembre, 40 vasi di potinie ad alberello. Sempre a settembre, si provvederà alla realizzazione dell’impianto di irrigazione e alla sostituzione dei 4 tigli, in cattivo stato di salute, di via Martiri della Libertà con 7 alberi nuovi (tipologia da definire). Rimossi e sostituiti anche tutti i cartelloni esistenti che lasceranno il posto a pannelli coordinati per le affissioni. Arriveranno anche nuove panchine che, come le fioriere, saranno uguali a quelle già esistenti in via Roma.

“Insomma – spiega Vania Bacherini, assessore all’Ambiente – un progetto completo che tiene conto dei vari aspetti estetici e funzionali delle vie del centro. Il filo conduttore è l’omogeneità degli arredi attraverso i quali desideriamo dare alla nostra città un volto ordinato, progettato secondo logiche di uniformità e continuità”.

Intanto proseguono i lavori stradali, partiti lo scorso 1 luglio. In questi giorni si sta lavorando alla rimozione del porfido esistente molto malmesso (che però non verrà buttato ma riutilizzato per altri rifacimenti) che sarà sostituito con asfalto rosso, elegante e più duraturo. I lavori di asfaltatura proseguiranno per tutto il mese di luglio. Poi si comincierà con gli arredi e le piante, da settembre.