Il Consiglio prende atto del Bilancio consuntivo di Gaia 2018 e del budget 2019

305

Il Consiglio comunale, che si è svolto lo scorso 18 giugno, ha preso atto del bilancio di Gaia ampiamente illustrato dal Presidente della partecipata Felice Caccavale e dal Direttore generale Giuseppe Vassallo. Ne è seguito un ampio dibattito da parte di molti consiglieri che hanno chiesto approfondimenti su numerosi punti relativi alla gestione della società. Apprezzamento da parte dell’Amministrazione comunale e, in particolare, dell’Assessore alle Partecipate Giuseppe de Ruvo.

“Ringraziamo la società – ha detto l’Assessore – per l’ottimo lavoro svolto sia in termini economici che qualitativi. La società ha evidentemente recepito le indicazioni dettate dall’Amministrazione comunale di un rilancio e miglioramento dei servizi, anche attraverso nuovi investimenti sul tema delle asfaltature stradali e sull’efficientemento energetico dell’illuminazione pubblica. A distanza di quasi 5 anni, ci accingiamo a restituire alla città una società partecipata in ordine e capace di rinnovare il territorio in un’ottica di sostenibilità grazie ai nuovi investimenti green legati al rinnovo completo del parco automezzi a metano e soprattutto alla futura realizzazione di una stazione del metano che sorgerà dove oggi è presente il vecchio forno inceneritore, in un’area che per 40 anni nessuno ha mai avuto il coraggio di rigenerare.

“Ringrazio il management – conclude l’Assessore – per l’ottimo lavoro svolto che, siamo convinti, potrà crescere anche per le occasioni provenienti da altre Amministrazioni, grazie alla capacità di Gaia di posizionarsi sul mercato anche in termini competitivi”.

I numeri
Il risultato d’esercizio del bilancio di Gaia al 31 dicembre 2018 chiude con un utile di 10.750 euro, evidenziando un valore della produzione record di quasi 16 milioni di euro, mai raggiunto prima di questo esercizio. Ambiziosi anche gli obiettivi per il 2019, sostenuti da un solido piano di fattibilità operativo. Ecco i principali:

Smart City: nuove lampade a led in tutta la città e altro ancora
Si proseguirà con il rinnovamento dei lampioni con tecnologia led già avviato nel corso del 2018 (installati e telecontrollati circa 1.000 punti led in Bollate centro e Cassina Nuova), attraverso il completamento del progetto che prevede la sostituzione di ulteriori 4.500 lampioni. Sono, inoltre, previsti la predisposizione di 3 punti Wi-Fi, in corso di progettazione, l’installazione di circa 30 telecamere cittadine e di altrettanti rilevatori di agenti inquinanti/atmosferici sparsi per la città in maniera uniforme.
Bollate smart City avrà anche l’opportunità di creare un’infrastruttura wireless in grado di implementare ulteriori servizi tecnologici già oggetto di studio (gestione centraline irrigazione, attraversamenti “salva-pedone” ecc). Tutta l’infrastruttura informatica sarà gestita internamente e da remoto ottimizzando costi e tempi di intervento e manutenzione. Insomma una vera e propria rivoluzione tecnologica che oltre a ridurre il consumo di energia elettrica di oltre il 60% (con conseguente abbattimento dell’inquinamento generato dalla produzione di energia elettrica) posizionerà la città all’avanguardia sia nella nostra regione che a livello nazionale, tra le città con piu’ di 30.000 abitanti.

Mezzi a metano per la raccolta dei rifiuti, stazione tecnologica in via Pace e Centro del riuso 
Saranno acquistati e messi in servizio 11 nuovi compattatori per sostituire i vecchi mezzi ormai usurati. Il nuovo parco mezzi a metano completamente rinnovato e “green” sarà capace di abbattere i costi manutentivi, gestionali e soprattutto ridurre le emissioni in atmosfera del 98%. A buon punto le procedure per iniziare la demolizione dell’ex forno di via Pace, al fine di realizzare un impianto di distribuzione del metano, gpl ricarica elettrica aperto anche all’utenza privata.
Si pensa, inoltre, a un Centro del riuso, sfruttando possibili finanziamenti disponibili e attivando quel percorso “ecologico” di sfruttamento del rifiuto come “bene”.
La società completerà gli iter relativi l’ottenimento della certificazione ISO 9001 e 14.001 per i servizi di igiene urbana e verde pubblico, come elemento di ulteriore valore del core business aziendale.

Nuovi parcomentri per il piano sosta a pagamento
Nel corso dei primi mesi del 2019 verranno ridefiniti gli ambiti dei parcheggi con la riduzione del numero dei parcometri presenti nelle aree non più necessarie (come in via Piave). I nuovi parcometri saranno dotati di lettori contacless in grado di accettare pagamenti anche con bancomat e carte di credito. L’utilizzo della City Card sarà ampliato ad altri servizi e garantirà al cittadino la possibilità di avere sconti in città. Le attuali tariffe e agevolazioni per i residenti sono confermate.

Nuovo scuolabus e navetta di collegamento interfrazione
Sono già operativi il servizio scuolabus e la navetta di collegamento tra le frazioni gestiti da Gaia. Il nuovo scuolabus acquistato da Gaia è “ecologico” e consentirà di supportare la mobilità scolastica con standard di qualità più elevati, attraverso l’utilizzo di un automezzo completamente a metano. Il nuovo servizio darà la possibilità agli istituti di utilizzare il mezzo, secondo programmi condivisi, per spostamenti sia interni che esterni al territorio comunale. La società sarà anche il nuovo gestore della navetta inter frazione attualmente in servizio il martedì e il giovedì.

Piano asfalti e marciapiedi
Proseguiranno le asfaltature delle strade cittadine e i rifacimenti dei marciapiedi seguendo una lista di priorità fornita dal Comune.

“Abbiamo chiuso un altro bilancio in attivo – commenta il Presidente di Gaia, Felice Caccavale – e sappiamo che il 2019 sarà un anno impegnativo per la nostra società che, come evidenziano i progetti in cantiere, mira a modernizzare i servizi per gli utenti fornendo qualità e innovazione. In particolare, il progetto delle lampade a led è sostenuto in autofinanziamento dalla società con un importante impegno economico, sostenibile grazie alle economie e ottimizzazioni che siamo in grado di gestire grazie alla fattiva collaborazione del management e degli operatori di Gaia ai quali va il mio ringraziamento. Gaia non è solo e semplicemente il braccio operativo del Comune ma ha una progettualità creatività propria che si pone al servizio della collettività. Una grande e importante risorsa per Bollate”.