Continuità nido – infanzia, nasce la Commissione permanente

223

Dare continuità al percorso didattico dei bambini che dall’asilo nido passano alla scuola dell’infanzia. È questo l’obiettivo dell’Assessorato alle Politiche educative che promuove e rilancia il progetto nato per accompagnare i bambini in questo delicato passaggio, attraverso un percorso evolutivo e di crescita armonico e costruttivo.

Il progetto si chiama Raccordo e continuità metodologica ed educativa tra asilo nido e scuola dell’infanzia e costituisce il bel risultato di un percorso avviato ormai una decina di anni fa quando, educatrici e insegnanti degli asili nidi e delle scuole dell’infanzia di Bollate, si incontrarono per le prime volte con l’obiettivo di concordare le modalità più efficaci per affiancare i bambini e i genitori nel passaggio tra i due contesti educativi.

Il lavoro di tanti anni, oggi si struttura e si organizza. Grazie alla volontà dell’Assessore Salvatore Leone, infatti, è nata una commissione ad hoc di studio e di lavoro permanente tra asilo nido e scuola dell’infanzia allo scopo di organizzare e aggiornare di anno in anno gli elementi costitutivi della continuità educativa, metodologica e formativa nel tempo. “Ne è nato – spiega Leone – uno spazio di incontro, confronto e di scambio dove raccontare il bambino che abbiamo in mente, e dove individuare i percorsi e le metodologie più appropriate per svolgere al meglio i compiti e il ruolo di elevato valore sociale e civile che compete alle Istituzioni educative”.

Grazie al percorso di formazione sul “Metodo Brazelton” tenuto da Daniela Nardellotto, pedagogista del Comune di Bollate, sono stati condivisi linguaggi e significati che hanno permesso alle insegnanti di guardare il bambino con uno sguardo unitario e competente. In particolare, è stato elaborato un “Piano educativo” unico in cui, oltre a definire i traguardi formativi, sono stati dettagliati in modo operativo le fasi di lavoro e i percorsi progettuali per garantire sostanziale successo ed efficacia ai propositi di raccordo e di continuità.

Lo scambio e il confronto continuo tra i diversi operatori hanno stimolato la riflessione e il dibattito sulle caratteristiche e caratteristiche essenziali della crescita e dello sviluppo del bambino, con lo scopo di costruire una visione comune sui compiti strategici e di primaria importanza degli educatori e degli insegnanti. Il gruppo di lavoro, composto da operatori delle due realtà che si occupano della prima infanzia a Bollate, continuerà ad incontrarsi e a confrontarsi in modo stabile, per elaborare strategie educative sempre più adatte e attuali per i bambini e le loro famiglie.