Ambrosia, le raccomandazioni anche per il mese di settembre

266

Agosto-settembre sono i mesi di massima diffusione dell’ambrosia, pianta infestante e molto allergizzante presente anche a Bollate che richiede, da parte di tutti, l’adozione di misure utili a limitare, per quanto possibile, la diffusione in tutta la regione.

Per questo l’Amministrazione comunale, nei mesi scorsi, ha messo in atto le azioni per “invitare tutti i proprietari di aree verdi urbane incolte e di aree verdi industriali dismesse, i proprietari e/o conduttori di aree agricole coltivate e non coltivate, i responsabili di cantieri di qualsiasi natura, Enti ed Aziende di vaste aree di territorio, ciascuno per le rispettive competenze, a vigilare sull’eventuale presenza di ambrosia nelle aree di loro pertinenza e attivare le misure di prevenzione e di contenimento del fenomeno di diffusione di questa pianta infestante”.

Tra luglio e agosto sono previste le date obbligatorie per gli sfalci di pulizia ma le raccomandazioni generali continuano a essere valide anche per il mese di settembre e sono le seguenti:

a) pulizia periodica da ogni tipo di erba presente nei propri spazi aperti (cortili, parcheggi, marciapiedi interni, etc.);

b) cura dei propri terreni con eventuale semina di colture intensive semplici, come prato inglese trifoglio, antagoniste dell’ambrosia.

C) tagli che assicurino la completa eliminazione delle piante con abbozzi di infiorescenza. In alternativa, potrà essere utilizzata la pacciamatura, che presenta buoni risultati (anche il 100% di efficacia) su superfici limitate, oppure l’estirpamento consigliato in aree con poche piante di ambrosia.

Nel frattempo il Comune ha adempiuto ai suoi obblighi e, tra le altre cose, ha effettuato la mappatura dei luoghi dove è stata riscontrata la presenza di ambrosia. Ecco le zone, sino ad ora: via Trento confine con Comune di Garbagnate Milanese; Cantieri di Milano Serravalle e Autostrade per l’Italia; via M. Cengio; via Cavallotti; sottopasso pedonale via IV Novembre; bordo strada via dei dossi; bordo strada via Kennedy; bordo strada via San Nicola; bordo strada Viale Lombardia.

Tutti i casi sono stati presi in esame, contattati i gestori pubblici e privati ed è stata verificata il rispetto delle regole.